VISITE GUIDATE PASSEGGIANDO PER MILANO

 Itinerario insolito nel centro di Milano

Milano città della Moda, della Finanza; Milano città discreta, che racchiude tesori nascosti al di là di  mura severe e facciate rigorose. Milano città che sa sorprendere, con storie celate tra le vie del suo centro storico, ricco di storia e di storie. 

Vi proponiamo di seguirci in una passeggiata tra queste vie, per soffermarsi non solo sulle bellezze che Milano pur possiede, ma per scoprire con meraviglia attraverso storie e aneddoti, le vicende che hanno condotto alla formazione di Milano come la conosciamo oggi. Vedremo vestigia di epoca romana, di quando Mediolanum fu una delle capitali dell’Impero Romano e prestigiosa sede imperiale. Scopriremo frammenti di epoca medievale, l’epoca in cui Milano divenne un centro di scambi e una diocesi di grande importanza, quando l’architettura era colorata e decorata più di quanto non possiamo immaginare oggi, e dove i Re d’Italia venivano a farsi incoronare. Scopriremo segreti cortili, vestigia di un passato elegante e privato e tracce di insurrezioni, come ferite lasciate aperte a imperitura memoria. Ombre di passati splendori, fissati nella pietra o nel più prosaico cemento, in un percorso a piedi al termine del quale non potrete più guardare Milano con gli stessi occhi!

Un itinerario per curiosi, per chi pensa di sapere tutto di Milano, per chi non ama i percorsi cronologici.

Passeggiata alla scoperta dei monumenti storici di Milano

“Milano è la città più città d’Italia. Tutte le sue bellezze, tutte le sue attrattive sono nella sua vita gaia ed operosa, nel risultato della sua attività industre. Il più bel fiore di quella campagna ricca ma monotona è Milano; un prodotto in cui l’uomo ha fatto più della natura.” (Giovanni Verga)

Così diceva di Milano un autore che non ha bisogno di presentazioni: abbiamo scelto le sue parole perché sono il perfetto filo conduttore di questa passeggiata, che permetterà a chi non conosce di conoscere e a chi già conosce di approfondire aspetti della vita, dell’arte e della cultura milanese.

Si parte da Piazza del Duomo, dove la mole della Cattedrale s’impone allo sguardo, ma sulla quale si affacciano altri edifici degni di nota: Palazzo Reale, gli edifici mengoniani, l’Arengario. Si prosegue attraverso la Galleria Vittorio Emanuele II, prodigio di vetro e ferro, frutto di una felice collaborazione transalpina, per arrivare in Piazza della Scala, sulla quale si staglia il celeberrimo Teatro, certo, ma anche altri edifici degni di nota e ricchi di storia. Si piega poi verso piazza dei Mercanti, luogo d’incontro e di confronto, antica sede di prigioni e di scuole, mutilata dal passare del tempo ma suggestiva, per finire al Castello Sforzesco e scoprire che dietro le antiche mura ancora si respira aria di lotte e di intrighi che hanno  col tempo trasformato l’edificio fino a renderlo oggi, con i suoi prestigiosi musei, ancora un baluardo, sì, ma di cultura. 

Un itinerario per tutti, milanesi e no, che hanno voglia di saperne di più.

Passeggiata al Cimitero Monumentale di Milano

Definito ormai, e a ragione, Museo a cielo Aperto, il Cimitero Monumentale di Milano è, da qualche anno, entrato a pieno diritto fra il novero dei  Cimiteri intesi come luoghi d’arte, come era già successo per il cimitero di Père Lachaise a Parigi e il Cimitero di Staglieno a Genova.

Al momento della sua inaugurazione i tempi sono maturi: Milano possiede una ricca borghesia imprenditoriale disposta a investire per procurare per sé e per le proprie famiglie un sepolcro degno di ricordare il loro passaggio sulla terra. Sono chiamati a lavorarvi scultori e architetti i cui nomi ritroviamo come protagonisti della trasformazione architettonica della città a partire dal 1880 e le cui opere funebri sono perfino oggetto di riconoscimenti e premi ufficiali. 

Una passeggiata tra i viali alberati di questo luogo non è dunque solamente una tranquilla parentesi nella frenesia della città, ma la riscoperta, attraverso opere d’arte sorprendenti, della storia di famiglie che hanno contribuito, con la loro presenza e il loro lavoro, a trasformare Milano nella città cosmopolita e mondialmente conosciuta quale è oggi. Il tutto sotto una luce particolare, che è quella del ricordo perpetuo dopo il breve passaggio in questo mondo, insomma del ricordo dopo la morte: scopriremo dunque tombe maestose e imponenti, altre più intime e preziose, alcune di difficile comprensione, altre così belle da strapparci un grido di ammirazione. 

Un itinerario spettacolare, adatto a milanesi e no, che amano farsi sorprendere dal bello.

 

 

Il Liberty milanese

Stile Fiorito, Art Déco, Art Nouveau, all’inizio del secolo XX nella Milano che si espande anche grazie a un nuovo piano regolatore, trionfa l’architettura venuta da oltralpe: le case sono spesso un tripudio di decorazioni floreali sia a cemento che a maiolica, i vetri di finestre, porte, lampade, si colorano e si popolano di figure animali e floreali: è iniziata la Belle Epoque!

 

 

Le architetture di Porta Nuova

Una passeggiata tra le nuove architetture di Milano, tra torri avveniristiche dagli accorgimenti super tecnologici e insospettabili spazi ridisegnati, in un quartiere in piena trasformazione dove le tipiche case di ringhiera della Vecchia Milano si affiancano a palazzi ultramoderni.

 

 

Secoli di architettura nel centro di Milano

 

Passeggiando o passando di corsa nel centro di Milano vi sarà capitato che qualche architettura abbia attirato il vostro sguardo e abbia solleticato la vostra curiosità: a chi apparteneva questo palazzo? Chi fu l’architetto di quest’altro? Chissà quante volte ci siamo riproposti di approfondire l’argomento… Il momento è arrivato: seguiteci in questa passeggiata e i dintorni di Duomo, Piazza Scala e Galleria non avranno per voi più alcun segreto!

 

 

 

Articoli Collegati

Posted by stefaniaesilvia | dicembre 11, 2018
PICASSO – METAMORFOSI – Palazzo Reale
Domenica 16 dicembre ore 10:50
 Entrare nel laboratorio dei processi creativi dell'autore di 'Guernica' attraverso il suo rapporto con l'antichità: è il viaggio proposto da 'Picasso Metamorfosi', la grande mostra in programma dal 18 ottobre...
Posted by stefaniaesilvia | novembre 27, 2018
The Art of BANKSY. A VISUAL PROTEST – MUDEC
Giovedì 17 gennaio ore 18:30
La figura di Banksy è avvolta in un alone di mistero che, per scelta e per necessità, si autoalimenta e definisce i tratti di un mito dei nostri tempi. La...
Posted by stefaniaesilvia | novembre 27, 2018
PAUL KLEE e il Primitivismo- al MUDEC date su richiesta
Dal 26 settembre 2018 al 27 gennaio 2019 al Mudec arriva Paul Klee e il Primitivismo, una mostra che vuole affrontare con una prospettiva inedita l’opera di Paul Klee e...